ⓘ Mastri ferrai ..

Arte dei Fabbri

I Mercenari Erano dei fabbri che costruivano solo asce e scudi. L Arte dei Fabbri era una delle Arti Minori delle corporazioni di arti e mestieri di Firenze.

Umberto Bellotto

Fu tra i primissimi ad unire larte millenaria vetraia veneziana con quella del ferro battuto. Umberto Bellotto iniziò infatti a lavorare nella bottega ferriera paterna, ereditata a 19 anni, assieme allarchitetto Cesare Aurienti, col quale inventò e nel 1910 brevettò una tecnica per connubi in ferro e vetro ". Iniziò lavorando per le ditte vetraie "artisti Barovier" e "fratelli Toso" di Murano, famose per la lavorazione a murrina. Sin dai primi anni del Novecento collaborò con vari artisti fra cui le vetrerie storiche di Murano Pauly & C. - Compagnia Venezia Murano, Barovier e Venini nella ...

Toni Benetton

Toni Benetton, nato Antonio, è stato uno scultore italiano. Artista di fama internazionale, le sue opere si trovano nei musei di tutto il mondo, come al Museo di Arte Moderna di Düsseldorf, allHirshhorn Museum and Sculpture Garden di Washington, al Museum Beelden aan Zee di Scheveningen, allHakone Open-Air Museum di Tokio.

Il Caparra

Niccolò di Noferi del Sodo o Niccolò Grosso detto il Caparra è stato un artigiano italiano vissuto negli ultimi anni del Quattrocento a Firenze, fu il più famoso ferraio, artista cioè del ferro battuto.

Fabbro

Un fabbro è una persona che crea oggetti di ferro oppure acciaio, utilizzando a questo scopo attrezzi a mano per martellare, curvare, tagliare o comunque dare forma al metallo quando questo si trova in uno stato non liquido. Solitamente il metallo viene riscaldato fino a farlo diventare incandescente, e successivamente sottoposto alla lavorazione di forgiatura. Questo tipo di lavorazione è stata una delle prime tecniche utilizzate per la lavorazione dei metalli. Il termine "fabbro" proviene dalla parola latina faber. Alcuni manufatti dei fabbri sono: cancelli di ferro battuto, griglie, rin ...

Gino Manara

Gino Manara è stato un artigiano italiano. Fu allievo di un celebre artigiano lombardo, Alessandro Mazzucotelli, diventando alla sua scuola specialista nel ferro battuto e in questarte tra i maggiori esponenti del liberty in Lombardia. Nacque a Cerea VR in una famiglia numerosa, ultimo di nove tra fratelli e sorelle. Il mestiere di famiglia era quello di mugnaio, ma nel 1904 si trasferirono tutti a Milano, dove Gino poté studiare e diplomarsi allUmanitaria. Ben presto intraprese una fruttuosa collaborazione con il maestro Mazzucotelli nella sua importante bottega di ferro battuto e più ava ...

Alessandro Mazzucotelli

Alessandro Mazzucotelli è stato un artigiano italiano, particolarmente noto come mastro ferraio e decoratore. Specialista nel ferro battuto, Mazzucotelli ha legato la sua fama alle decorazioni delle opere dei maggiori esponenti del Liberty in Italia e allestero.

Jean Prouvé

Nel 1971, Jean Prouvé è stato il presidente della giuria per la progettazione del Centre Pompidou di Parigi. Ha giocato un ruolo molto importante per la scelta del progetto vincitore da Richard Rogers e Renzo Piano. I mobili in metallo di Jean Prouvé sono stati prodotti copiosamente per ogni studio e laboratorio. Lo stile si distingue dai mobili in acciaio Bauhaus del tempo, dal suo rifiuto della tecnica del tubo dacciaio. Prouvé aveva più fede nella durabilità e luso di lamiere formate a freddo, "piegate, pressate e saldate a sezione scatolare". I suoi disegni parlano di una filosofia di ...

Carlo Rizzarda

Figlio di Luigi e di Tommasina Saccari, trascorse linfanzia presso lo storico palazzo DAntona, in Via Mezzaterra, dove il padre aveva lofficina di carradore, artigiano che costruisce e ripara i carri agricoli e carrozze da traino. A 16 anni iniziò a lavorare presso un fabbro di Farra località di Feltre e a frequentare una scuola serale di disegno, dove vinse un premio come migliore allievo nel corso di Disegno industriale. Per quattro anni fu allievo del professor Giacomo Adolfatto. Nel 1904 vinse una borsa di studio a Milano, che gli permise di essere assunto nellofficina artistica del ce ...

Émile Robert

Émile Robert nasce il 2 marzo 1860 in un piccolo comune del centro della Francia. Il padre, già fabbro, lo inizia giovanissimo allarte del ferro, ma morirà poco dopo. A 13 anni inizia a lavorare presso un mastro ferraio, il signor Larchevêque, molto reputato nella zona per aver realizzato la cancellata della Cattedrale di Bourges. Due anni dopo abbandona il laboratorio per fare nuove esperienze a Bourges, poi a Lione da uno zio "Compagnon du Devoir", a Oullins ed infine arriva a Parigi nel 1878. Emile ha diciotto anni ed inizia a lavorare nel laboratorio del Signor Moreau. Si sa poco di qu ...

Jean Tijou

Non si hanno informazioni precise sulle sue origini, anche se in alcuni testi sono ipotizzati gli anni 1652 e 1718, mentre in altri si parla di 1650 e novembre 1712, rispettivamente per la nascita e la morte. Per il momento è stato confermato che Jean Tijou è di origine francese e che lasciò la madre patria dopo il 1685 a seguito della revocazione dellEditto di Nantes e delle successive persecuzioni religiose, essendo lui ugonotto. Scarse sono anche le informazioni relative ai suoi primi anni in Inghilterra, di certo si sa che arrivò dai Paesi Bassi al seguito di Guglielmo III dInghilterra ...